Nuovi arrivi: 171 migranti provenienti dall'egitto sbarcano a Bari

E' arrivato nel porto di Bari intorno alla mezzanotte di venerdì 18 novembre un peschereccio di circa 30 metri, carico di immigrati, scoperto nella tarda serata di ieri in navigazione alla volta dell'Italia da guardia di Finanza e guardia costiera.

A bordo 171 migranti, 57 dei quali minorenni. Arrestati gli otto membri dell'equipaggio, di nazionalita' egiziana. Sono accusati di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina.

Leggi l'articolo.

Continuano i contrasti tra le autorità italiane e maltesi in merito all'area SAR

Questa diatriba non è nuova. Già nell'agosto del 2009 il Ministro degli Esteri italiano, Franco Frattini, aveva pubblicamente richiesto una riduzione dell'area di search and rescue di competenza di Malta adducendo come motivazione la palese sproporzione tra la dimensione del territorio maltese e la sua competenza marittima. Lo scorso aprile è invece il Ministro dell Interno Maroni a criticare l'operato delle autorità maltesi accusandole di intervenire con estrema lentezza nella speranza che le imbarcazioni cariche di migranti entrino nelle acque italiane. Spesso infatti i batteli si trovano nella paradossale situazione di essere più vicini al territorio italiano, ma di essere nel tratto di mare di competenza di Malta.

Non è da escludersi che le manovre del governo italiano siano indirizzate a guadagnare sovranità marittima a discapito di quella di Malta. La cosa sicuramente sconcertante è che lo facciano sulla pelle dei migranti in fuga dalla guerra.

Chiamata di Soccorso al largo di Lampedusa

I media italiani affermano che una richiesta di soccorso è stata lanciata da una imbarcazione alla deriva, 70 miglia al largo di Lampedusa. A bordo sarebbero presenti 50 persone partite della Libia. La ricerca è in corso nella zona SAR (Search and Rescue) maltese.

Leggi l'articolo sul blog Migrants at Sea.

libia-malta-italia: operazioni di soccorso sullo sfondo di un possibile rilancio degli accordi migratori presi con il deposto dittatore Gheddafi

Proprio mentre l'Unione Europea sta negoziando un accordo quadro con la Libia implicante la ripresa degli accordi migratori esistenti sotto il regime di Gheddafi, una nave alla deriva partit dalla coste libiche con 44 migranti a bordo è stata soccorsa da una imbarcazione della Guardia Costiera italiana. Il battello si trovava all'interno della zona maltese di ricerca (SAR). Le persone a bordo sarebbero state trasportate in Sicilia.